Diritto Civile

Le norme condominiali circa il rumore: cosa dice l'avvocato online

Giustizia Cosa dicono le norme di condominio sui rumori molesti
Cosa dicono le norme di condominio sui rumori molesti
I rumori molesti nel contesto della vita e delle vicissitudini condominiali, possono offrire spunto sia di riflessione che di conflitto. I rumori molesti poi possono essere di varia natura: trascinare mobilio e suppellettili, ascoltare la musica a volume alto, prendere a martellate i muri, ecc.

Chiaramente esistono casi limite, nei quali cercheremo di non addentrarci, parleremo invece di cosa può interessare la maggior parte di noi.

Possono essere provenienti da un appartamento all'interno di uno stabile condominiale, comunque, e per questo li possiamo etichettare con la nozione di “disturbo”.

Si parla di disturbi, ma solo nel caso in cui siano di tale forza da danneggiare la quiete o da non permettere ai condomini il riposo, di tutto il condominio o, quantomeno, della maggior parte di esso.

La questione delle immissioni rumorose è una fra le più percepite, poiché oltre a recare danneggiamento nei confronti della salute, compromette generalmente la qualità della vita di chi subisce il danno.



Cerchiamo di affrontare la questione da un punto di vista legale solido e documentato.

La convivenza con questo tipo di disturbi è per forza di cose più difficile da sopportare in un condominio, nel quale spazio, la vicinanza, la prossimità, è una vera necessità e le pareti, soprattutto negli edifici frutto del boom edilizio degli anni ’50-’60, sono spesso molto sottili e di conseguenza non offrono affatto una barriera di difese contro i rumori provenienti dall’ esterno.

Ma cosa possiamo fare, nel concreto, in caso di necessità di segnalazione o denuncia di atteggiamenti lesivi nei confronti della nostra tranquillità domestica e del nostro udito?

Lo chiediamo all'avvocato online.

Quello che si può fare, in questi casi, è appellarsi con fiducia al codice civile, in particolare all’articolo 844, articolo che vieta “immissioni di fumo o calore, esalazioni, rumori, scuotimenti e simili propagazioni”, per quanto non sia un divieto così specifico e circostanziato.
Ma c’è di più. L’evoluzione dei costumi e l’evoluzione quindi della giurisprudenza, di conseguenza, hanno portato, per fortuna, a rendere più efficaci le tutele.

Tutele più importanti quindi, tanto che è diventata pratica comune la pratica di fare appello, in affiancamento e in partecipazione alla procedura ordinaria dell’articolo 844, anche all’articolo 700 del codice di procedura civile.

Se ritieni di essere vittima di rumori molesti da parte di vicini, ti consigliamo di inviare una richiesta per ricevere una consulenza legale che valuterà l'effettiva gravità della tua situazione e potrà consigliarti in caso, l'azione legale da intraprendere nei confronti di vicini rumorosi.


I servizi per te da Italia Diritto
richiedi valutazione e preventivo
chiedi consulenza al telefono
consulta scheda avvocati
chiedi un preventivo per il tuo caso
hai un problema urgente?
cerca avvocato: lista avvocati in italia